© 2018-2020 Independent Movie Productions  -  info@independent-movie.com  -  Switzerland

  • IMDB Gray2
  • Instagram - Bianco Circle
  • Vimeo - Bianco Circle
  • YouTube - Bianco Circle
  • Facebook - Bianco Circle

Daniele Marcheggiani

Nato a Davos (Svizzera), il 21 dicembre 1967

Daniele Marcheggiani è un attore e produttore Italo-Svizzero,

Si è formato alla Actor Zone Studio of Acting di Milano, seguito dall’actor Coach Alberto Viola. Si è perfezionato alla EG Actors Lab di Roma con il coach Gianluca Testa ed altri acting coach come Patrizia De Santis, Barbara Enrichi (premio “David di Donatello”), il regista Federico Moccia e con Luca Ward (voce italiana di Russell Crowe, Keanu Reeves…) presso l’Accademia Nazionale della voce.

Nel 2017, ha esordito in “Rimmel“, un episodio pilota di una serie TV.

Ha preso parte a diversi film e cortometraggi, come protagonista in “La strategia del prigioniero” di Gianluca Testa, “La melodia della guerra” di Francesco Castagnino, “The Marriage” di Alessandro Urbinati, “Il sogno è destino” di Sofia Fioranelli e “Map to the Stars“ di Federica Crippa, come coprotagonista nel ruolo di investigatore in “Rumore bianco” di Gabriele Fortuna e “Il peccato originale” di Nicolò Novara.

Inoltre ha interpretato ruoli secondari come un padre in “Grace e l’Hikikomori” di Patrick Parkietny, un procuratore in “Art. 640” di Matteo Ballarati, un medico in “Drones” di Jari Brontesi, un gerente nella Serie TV “Balla”, con Andrea Scarduzio e il rapper Giaime per la regia Stefano Melo, un padre in “The future is mine” di Luca Barera.

Nel film “Fino all’inferno” di Roberto D’Antona lo vediamo nel ruolo di un agente speciale, film uscito al cinema nel 2018.

In “Caleb” (2019), interpreta un ruolo importante del padre di Caleb.

Ha interpretato anche ruoli particolari come Uroboro in “Tempus Edax Rerum” di Alessandro Gessaga, il circense in “Convivium” di Arianna Casati.

Simone Passero

Nato a Milano il 14 aprile 1989

Simone Passero è un attore, fotomodello, doppiatore.

Durante l’anno della maturità grazie ad uno speciale progetto di visite guidate presso l’Arena Civica di Milano denominato “Arena Civica: una palestra di Cultura” realizzato dalla sua stessa scuola (ITS Artemisia Gentileschi) e l’allora Assessore allo Sport e al Tempo Libero del Comune di Milano, Giovanni Terzi, Simone interpreta il suo primo personaggio, l’Imperatore Napoleone Bonaparte.

Tuttavia, essendo una persona attratta anche dalla cultura e dalla conoscenza, dopo aver conseguito il diploma di maturità linguistica, si iscrive alla Facoltà di Lettere e Filosofia (oggi Studi Umanistici) e studia Scienze Geografiche presso Università degli Studi di Milano, laureandosi a pieni voti.

Con Giuliana Nuvoli, ideatrice, curatrice e regista di numerosi spettacoli teatrali di matrice culturale, Simone recita in Dante a Teatro (una rappresentazione teatrale sulla Divina Commedia e sul suo autore, il Sommo Poeta Dante Alighieri), insieme a grandi nomi della kermesse come Marco Tajani, Alessandro Sorrentino, Niccolò Agliardi, Angela Rafanelli, Mohamed Ba e Nicola Ciammarughi.

In seguito, sempre con Giuliana Nuvoli, collaborerà per il progetto Dante 750 e Dante e il Cinema.

Terminati gli studi universitari, comincia a studiare Dizione presso il Centro Teatro Attivo di Milano, avendo come insegnante l’attrice Nicoletta Ramorino, direttrice della scuola stessa.

Seguiranno altri studi sulla recitazione teatrale e cinematografica, avendo come maestri insegnanti Giancarlo Giannini, l’attrice Premio David di Donatello Barbara Enrichi ed il membro delPlaywrights and Directors Unit dell’Actors Studio di New York, Lella Telloli Heins.

Le performance attoriali di Simone spaziano dal teatro alla televisione, dagli spot pubblicitari al cinema. Di grande importanza, tra le sue esperienze professionali, si rivela essere lo spot pubblicitario Nespresso, con George Clooney e Jack Black.

A teatro con la compagnia teatrale Gruppo Teatro Sonia Bonacina e diretto dal regista Giorgio Como, inscena diversi importanti spettacoli, spaziando dalla drammaticità alla farsa.

E’ attivo anche nel campo del doppiaggio.

Dal 2016 collabora con la Radiotelevisione Italiana (RAI). Dal 2017 collabora con il Centro Sperimentale di Cinematografia di Milano. Dal 2018 collabora con la Civica Scuola di Cinema “Luchino Visconti” di Milano

Alberto Viola

Nato a Milano il 14 Settembre 1977

Alberto Viola è un attore e actor coach. 

Nel 1999 si diploma all’Acting Center di Richard Gordon (membro permanente dell’ Actor Studio) dove studia, con il maestro Alberto Bertolotti il metodo del teatro d’arte di Mosca, dal “Sistema” di Stanislavskij ai suoi sviluppi a cura del suo allievo Bolesavskij, fino al “Metodo” elaborato da Lee Strasber. 

Con il maestro Vincent Kid lavora su un percorso di avvicinamento alla tecnica recitativa elaborata da Stella Adler.

Nel 2000 segue un corso di specializzazione sul “Metodo” di Lee Strasberg col maestro Giuseppe Perruccio (membro permamnente dell’Actor Studio, fondatore del Duse Studio con Francesca De Sapio)

Nel 2005 si diploma con una borsa di studio alla NUCT (nuova università del cinema e della televisione) dove ha modo di mettere in pratica il lavoro acquisito e di sperimentare la sostanziale differenza che si pone tra il recitare in scena e davanti ad una macchina da presa.

Le tecniche acquisite del Metodo e l’esperienza del lavoro con i vari maestri e poi sul campo, in scena e sul set, lo portano ad elaborare un proprio piano di lavoro Emotivo-Razionale che svilupperà e perfezionerà nel tempo e che sarà alla base del suo insegnamento.

Partecipa a film di produzione indipendente collaborando con registi quali Romano Scavolini, Stefano Bessoni, Jonathan Deman.

Recita in diversi cortometraggi e spettacoli teatrali in collaborazione con la NUCT, la SNC (scuola nazionale di cinema di Roma), la Limelight Teatre Company, la International School of Acting e altre compagnie teatrali tra Roma e Milano.

Partecipa al festival di Venezia con due lavori del regista Lorenzo Sportiello: “Chi mi credo d’essere”- 2004 e “FIB1477”- 2006.

Dal 2008 si specializza nella preparazione di attori sullo sviluppo armonico della libera improvvisazione e sulla ricerca della Verità-Magica nella realtà olografica della scena, che sia un palco o un set.

Nel 2012 si trasferisce a Lecco dove due anni dopo parte con il progetto Actor Zone, un laboratorio dinamico per la formazione di attori.

Nel 2014 conduce un laboratorio di interpretazione del movimento per ballerini al CENTRO DANZA E MOVIMENTO di Lecco e un workshop di Acting-Tango all’ accademia ARAÑA TANGO di Milano.

Con il progetto Actor-Zone, l’obiettivo è quello di utilizzare la tecnica dell’attore per aiutare le persone, anche “non attori” a conoscere se stessi e le proprie potenzialità espressive e di insegnare agli Attori ad utilizzare razionalmente le proprie emozioni, così da non subirne gli eventuali effetti collaterali, problema che molti attori si ritrovano ad affrontare da soli e senza un vero sostegno.